Consulenza legale

Consulenza legale

Cos’è la consulenza legale

In genere, quando si ha la necessità di conoscere una risposta di un problema legale che non rientra nel proprio ambito di competenza ci si reca da un esperto o un professionista legale: quest’ultimo risponde alle nostre domande e alle nostre richieste di chiarimento. Questa è l’attività di consulenza e il soggetto che la esercita in ambito giuridico è il consulente legale.

 

La consulenza legale in cosa consiste?

La consulenza legale consiste nel fornire pareri e consigli legali a coloro che sono privi di conoscenze giuridiche specifiche. Tale attività è particolarmente importante per il cliente, il quale riesce così, con l’aiuto del legale, a risolvere problematiche che implicano la soluzione di questioni di diritto che possono essere di vario tipo e genere private o lavorative.

 

In particolare, l’attività di consulenza legale da parte dell’avvocato consiste nel:

  • riconduce il caso descritto dal cliente all’interno della fattispecie legale prevista dal Legislatore: in sostanza, l’avvocato con le sue competenze inquadra la situazione descritta all’interno della normativa di riferimento;
  • individua le norme da applicare: la finalità svolte dal legale è quella di individuar le norme giuridiche da applicare al caso concreto;
  • ricercare gli orientamenti giurisprudenziali in materia: vengono ricercati i precedenti giurisprudenziali, costituiti dalle sentenze delle corti di merito e di legittimità su questioni analoghe, prospettando così al cliente quali sono gli orientamenti maggioritari e minoritari in materia;
  • trovare diverse soluzioni al caso prospetatto: in applicazione delle norme giuridiche ed alla luce degli orientamenti giurisprudenziali, il legale cerca di dare al cliente il ventaglio di soluzioni prospettabili al caso concreto.